Bagrationi: miseria e nobiltà... La tragica decadenza di una grande dinastia...



La Georgia, dopo la dissoluzione della Unione Sovietica, è un o stato repubblicano ma i georgiani sono un popolo, con proprio alfabeto ed una forte identità nazionale, culturale, etnica e religiosa ed un proprio alfabeto, molto orgoglioso della propria storia di patria contesa, di frontiera caucasica fra il mondo occidentale e quello orientale.  Per questo, l’unica autorità metapolitica da tutti riconosciuta, ovvero quella del Patriarca della Chiesa Apostolica Ortodossa autocefala, per saldare questa unità ed indipendenza nazionale, ha tentato di ripristinare la monarchia, unendo, nel 2009, i due principali rami dinastici, pretendenti al trono della Georgia, ovvero i rampolli della antica famiglia Bagrationi (Mukaransky e Gruzinsky) in matrimonio. 

Progetto miseramente fallito, in maniera assolutamente tragicomica, insieme al matrimonio fra la principessa Anna ed il principe David. Da allora, i due contendenti hanno ripreso un guerra intestina, decisamente poco regale, sia in Georgia che, seguendo la diaspora ed emigrazione georgiana, anche in Europa, Russia e America, a suon di insulti, accuse reciproche e colpi bassi,

In Italia esistono una delegazione di David, tenuta da un modesto carabiniere semplice, appassionato di medaglie e ordini cavallereschi più o meno seri, e quella di Anna, prima gestita da due autentiche e fedeli compatriote georgiane, ed ora nelle mani di un gruppo di affaristi italiani, fra i quali due massoni noti e dichiarati (peraltro basta vedere le loro pagine social) come Alessandra Ricci e Fabio Gandolfi. Ma cosa c'entrano due massoni italiani con la cristianissima casa reale georgiana? Assolutamente nulla ma sono stati incaricati di fare cassa vendendo onorificenze non riconosciute e titoli cavallereschi e nobiliari di nessun valore. Si tratta di affari insomma...

Tornando alla Georgia, che è una salda repubblica, la sola speranza per gli autentici monarchici ed il solo vero erede al trono riconosciuto ufficialmente dal Patriarcato, quindi dalla maggioranza della nobiltà e del popolo, ma anche dal presidente del parlamento nazionale e dalla coalizione politica di maggioranza, è il giovane Georgi, nato nel 2011, figlio dei due litigiosi contendenti ex coniugi, David e Anna, oramai definitivamente fuori gioco.  


Commenti

  1. L' invidia è una brutta cosa mio caro, comunque la Diffidiamo formalmente a divulgare falsita e menzogne nei nostri confronti, per sua dovuta conoscenza, non siamo ne affaristi ne venditori di fumo come lei sostiene.
    Sara, nostra premura da subito tutelarci legalmente nei suoi confronti, qualora non dovesse accogliere l'invito a cancellare immediatamente i contenuti che ci riguardano.
    Segreteria generale Ass.Ne Naz. Amici Italiani Casa Reale di Georgia
    Cav. Fabio Gandolfi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sono tutte cose vere, note e pubbliche, in particolare il fatto che lei signor FABIO GANDOLFI appartenga alla MASSONERIA internazionale (o rinnega i suoi fratelli di loggia?) e che non è georgiano, tantomeno interessato veramerente alla storia e identità della cristianissima Georgia, ma solo a fare affari, in compagnia di altri come lei...

      GCF e PDP

      Elimina
    2. Pultroppo per Lei, visto che è l'unico sofferente. Comunque, mi consenta di ribadire due concetti veritieri, ovvero: Io, e vero che non sono Georgiano, ma sono comunque un LEGITTIMO membro del Reale Ordine della Corona di Georgia, e lei, non è NESSUNO. ( Quindi, fi cosa parliamo).
      Pertanto, mi dispiace per lei, ma io non ci posso fare nulla.
      La mia amata e leggittima Casa Reale, non vuole avere nulla a che fare, con associazioni e movimenti discutibili come quello che rappresenta.

      E mi creda, io sono molto pi CRISTIANO di lei, e mi permetta di rammentarle, che il raglio dell'asino non arriva in cielo....

      Cav. Uff. Fabio Gandolfi Reale Ordine della Corona di Georgia


      Elimina
  2. Povero e penoso FABIO GANDOLFI: non nobile, non laureato, non georgiano, AFFARISTA MASSONE che vende medagliette senza conoscere minimamente la storia dei regni e dei principi georgiani... GRUZINSKY infami traditori da quattro soldi, anzi da trenta monete come Giuda...

    RispondiElimina
  3. Complimenti dottore, contento lei, contenti tutti. Questo é il mio ultimo messaggio.
    Tanto le dovevo.
    Cav. Uff. Fabio Gandolfi Reale Ordine della Corona del Regno di Georgia.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Sal Caputo: un giullare alla corte di Nugzar Gruzinsy...